Disinfezione di condotte idriche ACS e AFS, canali d’aria e impianti di condizionamento con   trattamento antilegionella. Sanificazione di ambienti, uffici, sale operatorie, reparti di degenza con prodotti atossici e non cancerogeni.
LA COMETA tramite Aziende Leader nel settore e  partner ,  fornisce ai suoi Clienti un importante, efficace ed innovativo servizio di disinfezione e igienizzazione volta ad eliminare agenti dannosi per la salute, che possono quindi causare malattie, creando una condizione igienica coerente alle necessità ambientali ed alle attività che in esso si svolgono.
Il servizio efficace, sicuro e versatile, ha come obiettivo la lotta alla microflora ambientale, viene eseguito mediante nebulizzazione di specifici formulati disinfettanti, ad azione batterica e germicida, distribuiti con speciali pompe a pressione dotate di ugelli intercambiabili in modo da
garantire la completa copertura delle superfici da trattare. La procedura, molto rapida anche quando vengono trattate superfici ampie, consente una micronizzazione molto fine, che non bagna le superfici ma si diffonde in modo completo nell’ambiente.

IL CREDITO D’IMPOSTA è stato aumentato al 60% delle spese sostenute per la sanificazione fio ad un massimo di 60.000,00 € /anno 2020

Nel Decreto Legge
n. 18 del 17 marzo 2020 emanato dal Governo in seguito all’emergenza Coronavirus è previsto un “Credito d’imposta per le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro”. La norma è contenuta nell’art. 64 del Decreto e riguarda i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione.
Nello specifico, il Decreto Legge n. 18/2020 all’art. 64 detta quanto segue:

“Allo scopo di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, quale misura di contenimento del contagio del virus COVID-19, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d’imposta 2020, un credito d’imposta, nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro, fino ad un massimo di 20.000 euro.
Il credito d’imposta è riconosciuto fino all’esaurimento dell’importo massimo di 50 milioni di euro per l’anno 2020”.

“Con decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto-legge, sono stabilite le disposizioni applicative del presente articolo anche al fine del rispetto del limite di spesa di cui al comma 1”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi